Buon compleanno Malcolm

di

Se era così che io percepivo il prurito noioso del conformismo, per Mal doveva essere un’agonia che non poteva prolungare. Stavamo solo aspettando che il bisogno di grattarci diventasse troppo forte per resistervi.… Continua a leggere

Aspetta primavera, Lucky. L’editoria ai tempi del brand

di

Ha ragione Adamantino: un brand, bisogna diventare un brand, puntare al brand. Io mi accontenterei anche di un brandy. Brandy Vecchia Romagna, etichetta nera. Essere un lavoratore dell’editoria del terzo millennio significa, in… Continua a leggere

Album da disegno, la resa del buio

di

In un nucleo familiare ristretto, composto da padre, madre, figlio e nonna, il divorzio genera corruzione e morbosità nei rapporti di sangue. L’album da disegno diventa così lo spazio per liberare le ansie… Continua a leggere

Aggiornamenti

di

Nuovi file da salvare con nome e nuovi colori da impostare in questi giorni arroventati. Proprio ieri abbiamo chiuso infatti la versione definitiva della nuova copertina preparata per la giovanissima Citofonare Interno 7,… Continua a leggere

Il giornalismo informatico ai tempi di Brunetta

di

Qualche giorno fa l’aitante ministro Brunetta disquisiva davanti a una telecamera sui giornali informatici in cui lavorano centinaia di precari sfruttati della becera e ipocrita sinistra. Il ministro si era forse dimenticato però,… Continua a leggere

Citofonare Interno 7: libri, case e progetti

di

Quasi tre anni fa è approdato a Roma, custodito nel cerebro di Rossano Astremo, Citofonare Interno 7. L’evento ormai, anche se pubblicizzato col passaparola, gli sms, le email private e i post di… Continua a leggere

Un’amazzone di vetro

di

Irene studia e lavora metà giornata in una cartoleria, ogni tanto gioca a pallavolo, fa volontariato per un’associazione di donne colpite dal cancro al seno e in una mensa per poveri. Irene ha… Continua a leggere

Schegge di liberazione. Un’antologia sulla Resistenza

di

Schegge di liberazione è un’antologia sulla Resistenza, quella di quasi sessant’anni fa, che non se ne perda la memoria, e quella quotidiana di ogni giorno, che oggi più che mai è necessaria. Contiene… Continua a leggere

“Volta la carta”, prima mostra mercato dell’editoria indipendente a L’Aquila.

di

Se è vero che la ripresa dai danni di una tragedia passa, prima che dalla spartizione degli appalti, anche e soprattutto dalla ricomposizione degli ambiti culturali e sociali del territorio, l’iniziativa che prende… Continua a leggere

Quando parla Gaber. A lezione di pensiero dal Signor G.

di

Buio. Un palco spoglio. Dietro il fondale bianco si accendono le luci, compaiono le sagome di alcuni musicisti, iniziano a suonare. Al di qua dello schermo chiaro un’ombra. Una figura lunga e ossuta,… Continua a leggere

Ho uno spirito romantico che non avevo mai scoperto prima?

di

Dal diario di una redattrice in panne – Estratto numero 1 Una primavera fa, al bar, il mio editore proclamava, con tutta la magniloquenza della sua mole: “La carta stampata è morta”. Stentavo… Continua a leggere

Under construction

di

Tra notti insonni, sfusi orari, email che propongono lavori a costo e zero e ancora tanti libri sul comodino, da queste parti si va avanti con nuove energie da investire nella lotta. Che… Continua a leggere